la ZPS “Ebro – Chiappo” ha finalmente un gestore

P1020377

Con una nostra lettera del 9 novembre 2016, inviata alla Regione Piemonte e per conoscenza al Ministero dell’Ambiente e all’Ente di gestione delle Aree protette dell’Appennino Piemontese, segnalavamo le criticità della Zona di Protezione Speciale IT1180025 “Dorsale Monte Ebro – Monte Chiappo”, situata in alta val Borbera (comuni di Cabella Ligure e Fabbrica Curone, entrambi in provincia di Alessandria).

Apprendiamo ora con soddisfazione che, con delibera del 16 maggio 2019, la Regione Piemonte ha delegato all’Ente di gestione delle Aree Protette dell’Appennino Piemontese la gestione del suddetto sito Rete Natura 2000 (insieme ai siti IT1180009 “Strette della Val Borbera”, IT1180010 “Langhe di Spigno Monferrato”, IT1180017 “Bacino del Rio Miseria”, IT1180030 “Calanchi di Rigoroso Sottovalle e Carrosio”). Continua a leggere “la ZPS “Ebro – Chiappo” ha finalmente un gestore”

Annunci

interventi forestali in alta val Borbera: risposte che preoccupano

delimitazione (poligono azzurro) del “corridoio ecologico” che comprende la val Gallina

A maggio avevamo inviato una richiesta di informazioni . Di seguito il resoconto delle risposte pervenute al Comitato da parte di Regione Piemonte e comune di Cabella Ligure e le nostre valutazioni, che possiamo così sintetizzare:

Le nostre preoccupazioni si sono rafforzate a fronte di un progetto di viabilità che, a quanto si desume dalla planimetria che la Regione ci ha consentito di esaminare, include piste e strade camionabili e trattorali, piazzole, svincoli e anche teleferiche, il tutto in un contesto di elevata naturalità e biodiversità sancito dall’istituzione del suddetto Corridoio ecologico e dalla vicinanza di due siti Natura 2000.

Il 10/06/2019 abbiamo perciò spedito al comune e alla Regione una nuova richiesta di accesso agli atti, per poter conoscere se tra la documentazione agli atti sia presente e sia visionabile la “valutazione di incidenza” per il progetto di viabilità forestale.

Continua a leggere “interventi forestali in alta val Borbera: risposte che preoccupano”

ISDE, le associazioni hanno richiesto un chiarimento a Regione Lombardia e a Regione Piemonte

due scorci del paddock della gara di enduro del 2 giugno a Varzi

“Da un lato l’ISDE è definita come una manifestazione fuoristrada che deve avere una durata di sei giorni, e d’altro lato essa è stata assegnata all’Italia sull’assunto che la competizione si disputi in due regioni limitrofe che non contemplano la possibilità di autorizzare lo svolgimento di una manifestazione fuoristrada di tale durata.” Una serie di associazioni, tra le qual il nostro comitato, con una lettera alla Regione Lombardia e alla Regione Piemonte chiedono di fare chiarezza.

Le scelte politiche e la “Sei giorni” mondiale: un appello ai candidati alle elezioni amministrative

amministrativeIn occasione delle elezioni amministrative del 26 maggio 2019 in valle Staffora e in val Curone, con un appello le associazioni chiedono ai candidati di pronunciarsi pubblicamente sul progetto dell’ISDE 2020, e di impegnarsi ad essere trasparenti – rigorosi – coerenti nell’esaminare le proposte degli organizzatori.

Sisola, il 28 aprile torna la “Fiera di primavera”

In Val Borbera, tra le antiche tradizioni di civiltà contadina, spiccava la “Fiera di primavera”, più che una semplice fiera, una vera e propria festa che ogni anno nel mese di aprile si svolgeva a Sisola, frazione del comune di Rocchetta. Tradizione che si era perduta per oltre trent’anni, fino a quando, nel 2005, un gruppo di abitanti l’ha rispolverata, definendola “Un tentativo per contribuire in qualche modo alla tutela e alla valorizzazione delle risorse di questo territorio, per il momento ancora incontaminato”. Da allora la festa è stata riproposta ogni anno, seguita, il 1 maggio, dalla passeggiata lungo “I sentieri della Natura e della Libertà”.